sabato 5 marzo 2016

E.M.E La mia più grande Passione


Credo che l' attività E.M.E sia il massimo traguardo che un radioamatore possa raggiungere.
Questa storia nasce molti anni fa quando fresco di patente cominciai ad appassionarmi all' attività sulla banda dei 2 mt e 70 cm.

Un giorno casualmente in compagnia di un' amico feci visita ad un radioamatore della zona 5 e fu li......Che vidi per la prima volta una stazione per l' E.M.E, imponente !!!! 
Rimasi stupito da "Tanta Roba" ma sopratutto dal grande fascino che ne derivava, ascoltare segnali che provenivano dalla Luna e usare la stessa come riflettore.
Questo mio amico si stava già organizzando e quel giorno dissi dentro di me..... Lo devo fare !!

Comincio cosi a reperire informazioni su come allestire la stazione, che sistema di antenne usare, come dimensionale ed il sistema di elevazione. Dopo un pò di tempo passato alla ricerca del materiale (una buona parte del quale usato), ero pronto a cominciare "La mia scalata alla Luna" e con l' aiuto di alcuni amici il sistema comincia a prendere forma, sotto gli occhi esterrefatti dei vicini di casa.....Hi

Il sistema di antenne era composto di 4 antenne da 17 elementi F9FT (le famose Tonnà) spaziate parallelamente di 3,5 Mt e sovrapposte ad una distanza di 3 Mt, il tutto dotato di sistema di elevazione mediante un rotore della Yaesu G-500 che "poverino" faticava non poco per elevare le 4 antenne.

L' accoppiamento delle 4 Tonnà era tramite un' accoppiatore coassiale a 4 vie collegato con  cavo RT 50/20 fino al preamplificatore (Un SP-02 della SSB Electronics) dopo del quale partiva il cavo Cellflex da 1/2 pollice che arrivava in stazione, il tutto era montato su un traliccio da 3 Mt.

La stazione era composta da un Rtx Kenwood TR-751e, un filtro audio FL-3 della Datong, un PA con una 4CX250 che erogava un potenza intorno ai 300W e il mio fido tasto della Vibroplex.

Nella foto si vede il sistema delle 4 antenne:

All' epoca (1996) internet non era diffuso come oggi, ed io ero uno di quelli che non lo aveva e per prendere Sked con altre stazioni si usava il VHF-net in 20 mt, dove ci si contattava, si stabiliva ora e freq per tentare il qso, si stabiliva inoltre che dei due sarebbe partito prima con la trasmissione (solitamente 2 min.) mentre l' altro ascoltava e poi viceversa.

Ma io mi ero prefissato un' ulteriore traguardo ! Volevo che il 1° Qso doveva essere "Randoom", cioè senza prendere sked, senza sapere se e chi ci fosse stato dall' altra parte.

Era la notte del 27 ottobre 1996 e io mi trovavo in radio con le antenne puntate sulla Luna quando un segnalino in CW interrompe il silenzio.....Ascolto il CQ dell' altra stazione ma perdo poi il nominativo per via di un qsb lungo, alla seconda chiamata riesco ad ascoltare tutto "CQ CQ CQ de SM5FRH" l' emozione era forte ma la mano anche se tremolante era pronta sul tasto e, via..... SM5FRH de IK0OZK ripetuta più volte e infine PSE K, ci fu un silenzio che sembrò interminabile ma poi arriva la risposta IK0OZK de SM5FRH R R R seguito subito dopo la rapporto, ovvero la lettera O ripetuta più volte.
La contentezza fu tale che ricordo saltai sulla sedia sbattendo la penna sul tavolo, cercando di restare calmo passai successivamente il rapporto e i 73 finali..... "Avevo toccato la Luna" !!

Tutti i miei sforzi erano stati ripagati in pieno e nel migliore dei modi, la QSL partì il giorno seguente corredata dal famoso "dollaro" per la risposta.
Il corrispondente non si fece attendere a lungo per la risposta, ricambiò la qsl con tanto di foto e particolari della sua stazione e..... il dollaro che gli avevo mandato


La stazione di SM5FRH era composta da un sistema di 32 antenne da 19 el in polarizzazione orizzontale e 32 da 10 el in polarizzazione verticale, praticamente una sciocchezza ! Hi

Con il tempo e un pò di pratica cominciai a mettere a log diverse stazioni sia Europee ed extra-Europee, ed anche stazioni Italiane.
Per i primi collegamenti scelsi le stazioni dei cosiddetti "Big" che avendo grandi sistemi di antenne erano in grado di ascoltare con maggiore facilità le stazioni più piccole come la mia, e tra questi non poteva mancare il famoso Dave W5UN
KB8RQ
VE7BQH
OZ1HNE
SM5BSZ
Seguirono altre stazioni anche di modeste dimensioni e potenze al mio pari che comunque sono entrate a Log.
Nel 1997 partecipai al Contest EME Europeo piazzandomi al modesto 31° posto ma con molta soddisfazione 
Successivamente partecipai a 3 tornate del Contest EME Italiano facendo:
12° piazzamento
E 7° piazzamento
La mia attività EME proseguì per diversi anni permettendomi di collegare un buon numero di prefissi sparsi per il  mondo.
Per varie vicissitudini l' attività EME si ferma nel 2001 e da allora ne rimane solo il ricordo, sicuramente è stata la più bella esperienza che ho fatto nel mondo della radio e sicuramente quella che mi ha dato più soddisfazione.

A distanza di tanti anni seguo sempre con interesse questa attività anche se è limitata alla sola lettura.
Le nuove tecnologie hanno reso l' EME più alla portata di tutti, l' avvento dell' uso dei modi digitali permette di avere buoni risultati anche con piccoli sistemi di antenne, poi i vari software ed il PC (lo dico con un pizzico di malcontento) fanno il resto.

Che dire, sicuramente tutto più facile ed è un bene ma, di certo una buona parte del fascino dell' EME è andato perso, cuffie all' orecchio, lavorare sul segnale e la mano pronta sul tasto erano e rimarranno sempre cose dal fascino che vanno oltre i moderni sistemi.

Buona Luna a tutti e chissà se un giorno......

73 Renato IK0OZK

Nessun commento:

Posta un commento